Il ciuffo dei finocchi ci dice se il finocchio è fresco!

Non tutti sanno che il ciuffo dei finocchi non solo dimostra la freschezza del finocchio stesso (il ciuffetto è la prima cosa che inizia a seccare) ma può anche essere utilizzato in vari modi.

coltivare-finocchi_ng3

Come erbetta aromatica o al posto del finocchietto selvatico per insaporire minestrone, zuppe o anche frittatine fatte con le nostre uova.

Noi lo utilizziamo per fare un ottimo e delicato pesto per la pasta, mettendo il ciuffo a pezzetti dentro un mixer insieme ad un cucchiaio di pinoli, parmigiano grattugiato, sale, pepe e il nostro olio extra vergine.

Se invece preferite un sapore più deciso si può utilizzare pecorino (quello di Luigi Camilli) al posto del parmigiano.

Et voilà, ancora una volta non si scarta nulla!

 

 

 

Peperoni? No chiochiere

Le chiochiere che vi abbiamo proposto ieri sono dei peperoni tondi bassi, una via di mezzo tra peperoni e pomodori tondi.

Non sono molto conosciuti e noi vi segnaliamo una ricetta semplice per fare le chiochere ripiene:

IMG_1888

Prepariamo un impasto con la mollica di pane leggermente bagnata e spezzettata, aggiungiamo pinoli, capperi, olive precedentemente tritate, acciughe tagliate, un pò di sale e il nostro olio. Tagliamo la parte superiore delle chiochiere, eliminando tutta la parte interna e all’interno mettiamo l’impasto che sarà diventato cremoso.

Mettiamoli in forno su una teglia con carta da forno e lasciamo cuocere per 30/40 minuti.

Le papacelle al forno sono buone anche fredde e possono essere consumate anche il giorno dopo la preparazione.

Se volete preparare le chiochiere come primo piatto, potete utilizzarle come fossero “pomodori da riso”, quindi riempirli con riso conditi con olio, sale e spezie e mettere in forno con patate (le nostre).

Buone ricette a tutti!

 

Spaghetti fiori di zucca e zucchine

Un primo piatto veloce e gustoso con i nostri buonissimi ingredienti: spaghetti, zucchine in fiore, olio Pierdominici, basilico del balcone, pecorino di Luigi Camilli, sale, peperoncino e pepe. Ieri sera abbiamo preparato un primo molto gustoso e sano, vi spieghiamo … Continua a leggere

Evviva i fagiolini!

E dopo questo lungo weekend, i nostri fagiolini dovrebbero essere pronti per essere raccolti.

beans-598185_1280

Ho letto e provato varie ricette realizzate con i fagiolini- al sugo,torta rustica, con la pasta eccetera eccetera- ma secondo me quando i fagiolini sono appena raccolti e cresciuti all’aria aperta sotto il sole, non c’è nulla di meglio che un buon piatto di fagiolini all’agro con olio extra vergine di olive della Sabina.

In ogni caso, semplicità per semplicità, questa settimana voglio consigliare un piatto unico leggero, gustoso e molto semplice da realizzare, la buonissima insalata di fagiolini e patate rosse che può essere condita con una vinaigrette da realizzare in questo modo: versare olio extra vergine di oliva, aceto, il succo limone, sale e pepe in un barattolo di vetro. L’aceto deve essere come quantità la metà dell’olio.

Secondo i gusti è possibile aggiungere anche aglio e prezzemolo precedentemente tritati (io non amo il prezzemolo e l’aglio per mia figlia è un ottimo alibi per saltare il pasto 🙂 quindi non li utilizzo). Chiudere il barattolo con il coperchio, agitare per qualche minuto e versare la salsina nella nostra insalata.

Ideale se accompagnata da un formaggio fresco, giucata o ricotta o uova alla coque.

 

 

Le prime zucchine del nostro orto (e la prima pasta)!

E sono pronte anche le prime zucchine del nostro orto.

IMG_1173

Ieri le ho cucinate con la pasta, non le mangiavamo da circa un anno e il loro sapore rimane sempre tra i miei preferiti.

Ho fatto una ricetta molto semplice per farla mangiare anche a mia figlia e amichetta.

Pasta di kamut con crema di zucchine e ricotta. Ho fatto bollire le zucchine fino a farle diventare morbide, una volta cotte le ho messe da parte e nell’acqua di cottura ho cotto la pasta (io ho usato quella di kamut ma solo per variare un po’ i gusti e perché la sera è più digeribile).

Nel frattempo ho frullato le zucchine, le ho riscaldate con un po’ di acqua di cottura della pasta, dopo qualche minuto ho messo la nostra buonissima ricotta, amalgamato bene per creare una crema non troppo densa e alla fine ho aggiunto la pasta (conservando sempre un bicchiere di acqua di cottura, nel caso servisse). Un po’ di olio ( del nostro olio) a crudo e via, la pasta (volendo piatto completo per i bambini) è pronta.

 

 

 

 

In arrivo la verza rossa, ricetta per un buon risotto!

La verza rossa è ricca di vitamine A, C e K e di sali minerali come potassio, ferro, fosforo, calcio e zolfo; è importante per la salute del nostro corpo, grazie anche alle sue proprietà antitumorali. È un alimento saporito e nutriente che … Continua a leggere

Riunione di condominio con vignarola!

Non conoscevo l’esistenza della Vignarola fino alla scorsa settimana quando alla riunione di condominio della casa dove abitavo fino a qualche anno fa, dopo ore passate a discutere su contabilizzatori, appartamento del portiere ed infinite spese da sostenere per mantenere il decoro dello stabile, la signora Carla ci ha deliziato con la ricetta della vignarola. 

Tutti nel condominio conoscono le abilità culinarie della signora Carla perché nel suo pianerottolo c’è sempre un profumino inconfondibile, per cui avere una sua ricetta è un grande onore e un’aspirante contadina come me, è stata ben lieta di imparare una ricetta classica della cucina romana. 

La condivido con voi, inaugurando così, la sezione RICETTE. Le vostre ricette che vorrete condividere con noi e che di volta in volta pubblicheremo nel nostro blog. 

Ricetta della Vignarola Romana

Schermata 05-2457513 alle 22.24.21

Noi la prepareremo la prossima settimana, vi aggiorneremo con foto e dettagli. 

Buona ricetta!

Se mangi frutta a fine pasto, ti conviene leggere questo.

Pensiamo che mangiare frutta significhi comprarla, sbucciarla, affettarla e portarla alla bocca. Ma non è così semplice e banale. È importante sapere come e quando mangiarla. Qual è dunque il modo corretto di consumare la frutta? La prima regola è di non mangiarla mai a fine pasto, ma sempre a stomaco vuoto. Se voi imparerete […]

https://linkandoblog.wordpress.com/2016/04/24/se-mangi-frutta-a-fine-pasto-ti-conviene-leggere-questo/